Project Description

Il progetto riguarda la sistemazione funzionale e ambientale del tratto finale della statale 26, in corrispondenza dell’ingresso del traforo del Montebianco, in prossimità di uno degli scenari alpini più incantevoli.
Il bando poneva due quesiti principale: difendere l’abitato di Entreve dallo smog dovuto al rallentamento dei mezzi in coda al traforo e “mimetizzare” l’intervento nel rispetto dei caratteri ambientali della valle.
La proposta presentata dunque è quella di una sorta di scheletro ligneo, modellato come le sezioni della montagna, al quale applicare diverse funzioni. Dove necessario lo scheletro fa da copertura, in altri casi una pioggia di vapore abbatte i fumi di scarico oppure una rete permette l’ancoraggio di rampicanti.